Buon compleanno Gianni Rodari !!!

Buon compleanno Gianni Rodari !!!

24 Ottobre 2019 Rubriche 0
#IlFattodelgiorno
Il 23 ottobre 1920 nasceva a Omegna (VB) Gianni Rodari: scrittore, pedagogista, giornalista e poeta, specializzato in letteratura per l’infanzia e tradotto in quasi tutte le lingue del mondo.
Unico vincitore italiano del prestigioso Premio Hans Christian Andersen, nel 1970, fu uno fra i maggiori interpreti del tema “fantastico” nonché, grazie alla Grammatica della fantasia del 1973, sua opera principale, uno fra i principali teorici dell’arte di inventare storie.
È stato ed è tuttora considerato il maggiore favolista del Novecento.
Visse nella sua città natale fino alla morte del padre, 1929, per poi trasferirsi a Gavirate (VA). Ottenuto il diploma magistrale e lasciata l’università, insegnò per qualche tempo in alcune scuole elementari della zona di Varese. Nel 1944 si iscrisse al Pci, divenne funzionario del partito e ricevette l’incarico di dirigere il settimanale comunista L’Ordine Nuovo.
Scoprì, così, la propria vocazione giornalistica e lavorò, in seguito, anche per altre testate, tutte di sinistra: L’Unità, Vie Nuove, Pioniere, Avanguardia, Paese Sera.
Negli anni Cinquanta cominciò a dedicarsi alla scrittura per l’infanzia: compose filastrocche, poesie, favole e romanzi.
Tra le sue opere più famose: Il romanzo di Cipollino, Gelsomino nel paese dei bugiardi, La torta in cielo, C’era due volte il barone Lamberto e Filastrocche in cielo e in terra.
Nel 1970 ricevette il premio Andersen, il massimo riconoscimento nell’ambito della letteratura per l’infanzia, che lo fece conoscere in tutto il mondo.
Morì il 14 aprile 1980 a Roma, la città in cui viveva dal 1950.
Dalla sua morte, sono state scritte decine di opere che parlano di Gianni Rodari, ed esistono anche centinaia di parchi, circoli, biblioteche, ludoteche, strade, e scuole materne ed elementari intitolate a lui.
Il “Parco Rodari” più importante si trova ad Omegna, suo paese natale, mentre a Roma gli è stata intitolata la biblioteca comunale del Municipio Roma VII a Tor Tre Teste.
Nel 2010, 90º anniversario della nascita, 40º anniversario del ricevimento del Premio Andersen e 30º anniversario della morte, in Italia e all’estero, sono state realizzate numerosissime iniziative per ricordarlo: tra esse le nuove ristampe per l’occasione.
Oltre al Premio Hans Christian Andersen del 1970 vanno ricordati anche i riconoscimenti del premio Prato (1960) e dei premi Catello e Rubino (entrambi del 1965).
Sebbene molte vie e piazze siano state a lui dedicate, la principale “piazza Gianni Rodari” sorge proprio a Omegna, davanti all’omonimo “Parco della Fantasia”.

La nostra vetrina:

Mille sfumature di… Gianni Rodari !
Ci sono cose da fare ogni giorno:
lavarsi, studiare, giocare,
preparare la tavola,
a mezzogiorno.Ci sono cose da fare di notte:
chiudere gli occhi, dormire,
avere sogni da sognare,
orecchie per non sentire.Ci sono cose da non fare mai,
né di giorno né di notte,
né per mare né per terra:
per esempio, la guerra.